FAQ

Ricorda che neve, sabbia e acqua aumentano la necessità di protezione solare in quanto riflettono i raggi del Sole e amplificano la radiazione UV.

In paesi più vicini all’equatore, dove i raggi del sole sono più intensi, si raccomanda di usare una protezione solare di almeno SPF 30 per essere protetti dai raggi UV.

Il fattore di protezione solare (Sun Protection Factor, SPF) specificato sul tuo flacone di crema solare ti dice quanta protezione viene offerta dal prodotto contro i raggi UVB.

In generale, quanto più alto è il numero SPF della tua crema solare, tanto maggiore è la protezione: pertanto un SPF 6 o 10 offre una bassa protezione; un SPF 15, 20 o 25 offre una protezione media; un SPF 30 o 50 offre una protezione alta, e SPF 50+ offre una protezione molto alta. Il fattore di protezione solare viene misurato per mezzo di un test standardizzato.

Per scegliere l’SPF giusto, si devono considerare diversi fattori. Il più importante di essi è il tipo di pelle, che comprende il colore della pelle prima dell’esposizione al Sole, il colore dei capelli e quello degli occhi. Si deve anche tenere presente dove si sta andando in vacanza e in quale stagione dell’anno. Leggi qui per saperne di più sul tuo tipo di pelle.

Dipende dal tipo di pelle, dalla stagione, dalla zona geografica e dall’ora del giorno. Le persone con capelli scuri e pelle scura possono generalmente stare al sole più a lungo senza scottarsi delle persone con capelli biondi e pelle chiara. Nell’orario compreso fra le 11 del mattino e le 3 del pomeriggio la concentrazione di raggi UVA e UVB è al suo massimo; se è necessario andare al sole, occorre pertanto indossare indumenti, un cappello e una protezione solare. Si deve tenere presente che la neve, l’acqua e la sabbia riflettono il sole, aumentando la quantità di raggi a cui ci si trova esposti. Controlla qui il tuo tipo di pelle

L’adulto medio deve applicare 30-40ml di crema solare a ogni applicazione per assicurare una copertura sufficiente e una protezione efficace. Parti del corpo spesso dimenticate sono la nuca, la parte superiore del torace e il retro delle gambe. Occorre sempre applicare la protezione solare prima di esporsi al sole, per proteggersi fin dall’inizio. Accertati di utilizzare abbastanza prodotto da formare uno strato visibile prima di frizionare.

Per proteggere la pelle, le creme solari usano filtri UV che assorbono radiazione proveniente dal Sole. Quando un crema solare è esposta a questa radiazione, può alterare la struttura chimica dei filtri UV e ridurre le loro capacità protettive.

Una crema solare “fotostabile” è in grado di sopportare meglio gli effetti dell’esposizione UV, in modo da mantenere il proprio livello di protezione.

Protezione ad ampio spettro significa capacità di proteggere contro gli effetti dannosi sia degli UVA (raggi invecchianti) che degli UVB (raggi ustionanti). Per essere classificato come in grado di offrire una protezione ad ampio spettro, un prodotto deve assorbire o riflettere almeno il 90% dei raggi UV nel lunghezza d’onda da 290 a 400 nanometri (nm).

Con una crema solare resistente all’acqua puoi stare in acqua per due volte, per periodi di 20 minuti, prima di doverla applicare nuovamente.

Se la protezione solare è classificata come altamente resistente all’acqua, dura fino a 80 minuti prima di dover essere applicata nuovamente. Questa è la più alta classificazione disponibile.

È dimostrato che la protezione solare P20 è più che resistente all’acqua, in quanto mantiene la protezione anche dopo 80 minuti di bagno, fatto più unico che raro per una protezione solare.

Certamente no. Diversi studi hanno dimostrato che gli utilizzatori di protezioni solari producono vitamina D allo stesso livello, se non a un livello addirittura maggiore, di coloro i quali non usano protezione solare. Le creme solari non bloccano il 100% di raggi UV, e basta una piccola esposizione al Sole per produrre vitamina D in quantità sufficiente. Anche con una lozione abbronzante e rimanendo all’ombra, il corpo produce vitamina D nei mesi estivi.

Sì, probabilmente puoi. Ma se avevi portato la protezione solare con te sulla spiaggia, non è raccomandabile conservarla. Se la protezione solare viene tenuta al buio e al fresco, può essere usata anche dopo essere stata aperta. Se la crema manda un odore strano, o è rappresa, è il caso di gettarla via.

Puoi prevenire l’esantema solare limitando il tempo di esposizione al Sole. E, se ti trovi all’aperto sotto un sole puoi prevenirla usando indumenti protettivi e una buona protezione solare con filtri contro la radiazione UVA e UVB.

È importante spalmare uno strato relativamente spesso di crema solare, almeno 15 minuti prima di esporsi al Sole.

Se sperimenti un esantema solare è importante stare al riparo dal sole. Antistaminici e creme al cortisone possono alleviare l’eventuale eczema.